14 Aprile 2022

L'OMS ha pubblicato uno standard internazionale per l'ascolto sicuro nei locali e agli eventi

Nel quadro del tema "To hear for life, listen with care!" (“Per sentire a vita, ascolta con cura”), l'OMS ha emesso uno standard internazionale per l'ascolto sicuro nei locali e agli eventi. Lo standard si applica ai luoghi e alle attività dove si suona musica amplificata.
L'OMS ha pubblicato uno standard internazionale per l'ascolto sicuro nei locali e agli eventi

Più di 1 miliardo di persone tra i 12 e i 35 anni rischia di perdere l'udito a causa dell'esposizione prolungata ed eccessiva alla musica ad alto volume e ad altri suoni ricreativi, secondo l'OMS.

“Milioni di teenagers e giovani sono a rischio di ipoacusia (perdita di udito) a causa dell’uso inappropriato di dispositivi audio personali e dell'esposizione a livelli sonori dannosi in luoghi come discoteche, bar, concerti ed eventi sportivi” ha detto la Dottoressa Bente Mikkelsen, direttore dell’OMS al Dipartimento per le malattie non trasmissibili.

E ha aggiunto, “Il rischio è aggravato dal fatto che la maggior parte dei dispositivi audio, dei locali e degli eventi non forniscono opzioni di ascolto sicure e contribuiscono al rischio d’ipoacusia.Il nuovo standard dell'OMS mira a salvaguardare meglio i giovani durante le loro attività di svago".

Riesci a superare questo test dell’udito?
Prova il nostro test rapido dell’udito >
Riesci a superare questo test dell’udito?
Prova il nostro test rapido dell’udito >
Ascolta l’ipoacusia
Ascolta l’ipoacusia

Sei raccomandazioni

Lo standard globale per un udito sicuro nei locali evidenzia sei raccomandazioni per implementare l'obiettivo di garantire che i locali e gli eventi minimizzino il rischio di ipoacusia per i loro clienti, preservando al contempo un suono di alta qualità e un'esperienza di ascolto piacevole.

Le sei raccomandazioni sono:

  • Un livello sonoro medio di 100 decibel al massimo
  • Monitoraggio e registrazione dal vivo dei livelli sonori utilizzando apparecchiature calibrate da parte dello personale addetto
  • Ottimizzazione dell'acustica del locale e dei sistemi audio per garantire una qualità del suono piacevole e un ascolto sicuro
  • Rendere disponibile al pubblico la protezione personale dell'udito, comprese le istruzioni per l'uso
  • Accesso a zone tranquille per far riposare le orecchie e diminuire il rischio di danni all'udito
  • Provvedere alla formazione e all'informazione del personale.

Lo standard è stato sviluppato durante l’iniziativa Make Listening Safe dell’OMS che cerca di migliorare le abitudini di ascolto soprattutto tra i giovani.

L'ipoacusia dovuta ai suoni forti si può prevenire

L'esposizione a suoni forti causa un’ipoacusia temporanea o un tinnito. Ma l'esposizione prolungata o ripetuta può portare a danni permanenti all'udito, con conseguente perdita irreversibile dell'udito.

I giovani possono migliorare la protezione del loro udito se:

  • Tengono basso il volume sui loro apparecchi audio
  • Usano auricolari/cuffie ben protetti e, possibilmente, con cancellazione del rumore
  • Indossano auricolari nei locali rumorosi
  • Fanno controlli dell’udito regolarmente
  • Sostengono lo standard globale

L'OMS spinge i governi a sviluppare e applicare le norme per un udito sicuro e elevare la consapevolezza dei rischi di ipoacusia. Il settore privato dovrebbe includere le raccomandazioni dell’OMS  per le funzioni di ascolto sicuro nei loro prodotti, locali ed eventi.

Sondaggio sostiene lo standard

Un sondaggio tra giovani frequentatori di locali sostiene lo standard. I partecipanti al sondaggio sono stati selezionati tramite i social media. 2.264 persone tra i 16 e i 35 anni hanno completato il questionario del sondaggio

Il sondaggio ha rilevato che:

  • l'82% degli intervistati apprezzerebbe avere un posto all'interno del locale di intrattenimento dove poter riposare le orecchie
  • il 78% degli intervistati riconosce la necessità di avere una zona tranquilla in un luogo di intrattenimento
  • il 53% degli intervistati ha dichiarato che i luoghi di divertimento non dovrebbero essere liberi di decidere a quale livello suonare la musica

A proposito di protezione delle orecchie, il sondaggio ha riscontrato che.

  • Il 50% degli intervistati è disposto a pagare per la protezione dell’udito
  • Il 49% degli intervistati sostiene che gli auricolari sono scomodi
  • Il 52 % degli intervistati dichiara che gli auricolari  interferiscono con il loro piacere della musica

I risultati del sondaggio sono stati pubblicati nell'articolo "Attitudes towards Safe Listening Measures in Entertainment Venues: Results from an International Survey among Young Venue-Goers" (Comportamenti nei confronti delle misure di ascolto sicuro nei luoghi di intrattenimento: Risultati di un'indagine internazionale tra i giovani frequentatori di locali" che è stato pubblicato nell'International Journal of Environmental Research and Public Health.

Leggi di più sullo standard internazionale per l'ascolto sicuro nei locali e negli eventi qui:
https://www.who.int/news/item/02-03-2022-who-releases-new-standard-to-t… (in inglese e altre lingue)

Leggi i risultati del sondaggio qui:
https://www.mdpi.com/1660-4601/18/23/12860 (in inglese)

Fonti: https://www.who.int e https://www.mdpi.com

Leggi anche:

Ricevi le nostre notizie sull’ipoacusia

Se vuoi ricevere aggiornamenti da parte nostra sull’ipoacusia e sui problemi legati all’ipoacusia, allora iscriviti alla nostra newsletter.
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti di hear-it