12 Ottobre 2021

Molti anziani soffrono di ipoacusia alle alte frequenze

La metà di tutti i sessantenni ha un’ipoacusia alle alte frequenze. E tre su quattro tra quelli di 70 anni o più hanno un’ipoacusia alle alte frequenze, secondo uno studio.
Molti anziani soffrono di ipoacusia alle alte frequenze

Uno studio coreano conferma che la prevalenza d’ipoacusia alle alte frequenze aumenta in larga misura con l'età. Una perdita uditiva alle alte frequenze negli anziani è spesso chiamata anche presbiacusia.

Tra i 16.799 partecipanti allo studio la prevalenza di ipoacusia unilaterale era del’8,2 % e quella di ipoacusia bilaterale del 5,3 %. Un’ipoacusia lieve (26-40 dB) era presente nel 51,7 % dei partecipanti con ipoacusia unilaterale. Un’ipoacusia moderata (41-70 dB) era presente nell’86,8 % dei partecipanti mentre un’ipoacusia grave (> 70 dB) era presente nel 13,2 5 dei partecipanti con ipoacusia bilaterale.

Nello studio, gli uomini avevano più probabilità di avere un’ipoacusia rispetto alle donne.

Riesci a superare questo test dell’udito?
Prova il nostro test rapido dell’udito >
Riesci a superare questo test dell’udito?
Prova il nostro test rapido dell’udito >
Ascolta l’ipoacusia
Ascolta l’ipoacusia

Molti anziani con ipoacusia alle alte frequenze

La prevalenza di ipoacusia è aumentata con l'età a tutte le frequenze sia per gli uomini che per le donne.

Tra i partecipanti di età 60 - 69, il 42,7% aveva una perdita di udito a 3000 Hz, il 54,3% a 4000 Hz e il 79,5% a 6000 Hz. Tra i partecipanti di 70 anni e oltre  le cifre erano 70,7% a 3000 Hz, 78,4% a 4000 Hz e 93,2% a 6000 Hz.

Per i partecipanti allo studio di 39 anni o meno la prevalenza di ipoacusia alle alte frequenze era molto bassa.

Altre condizioni legate all’ipoacusia

Nello studio, oltre all'età, la perdita dell'udito era anche significativamente associata al diabete mellito, all'ipertensione, all'obesità addominale, al livello di istruzione, al reddito, all'area di residenza, agli acufeni e alle vertigini.

Lo studio

Nello studio, i test dell'udito sono stati eseguiti utilizzando l'audiometria a toni puri a 500 Hz, 1000 Hz, 2000 Hz, 3000 Hz, 4000 Hz e 6000 Hz. L’ipoacusia è stata definita come media delle soglie dei toni puri superiore a 25 dB nell'orecchio migliore a 0.5, 1, 2 e 4 kHz.

Lo studio ha usato i dati dell’Indagine Nazionale sulla Salute e la Nutrizione in Corea (KNHANES) dal 2009 al 2012 e ha analizzato l’associazione tra età e ipoacusia.

Lo studio, "Ipoacusia legata all'età nel Korea National Health and Nutrition Examination Survey", è stato pubblicato sulla rivista Plos One.

Fonti: pubmed.ncbi.nlm.nih.gov e la rivista Plos One

Leggi anche:

Ricevi le nostre notizie sull’ipoacusia

Se vuoi ricevere aggiornamenti da parte nostra sull’ipoacusia e sui problemi legati all’ipoacusia, allora iscriviti alla nostra newsletter.
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti di hear-it