02 Settembre 2020

Un cittadino europeo su nove soffre di ipoacusia

Se venisse chiesto loro, 58.5 milioni di persone in Europa direbbero di soffrire di una perdita di udito.

L’11,1% della popolazione europea, pari a 58,5 milioni di persone, affermerebbe di soffrire di ipoacusia, secondo una stima basata sui sondaggi EuroTrak su udito e ipoacusia, svolti in diversi paesi europei.

I numeri riportati nell’ultimo EuroTrak mostrano che il 53,4% degli europei a partire dai 65 anni hanno riportato di soffrire di ipoacusia. È il 20% della popolazione in Europa ad avere più di 65 anni.

L’ultimo sondaggio EuroTrak comprende risultati provenienti da undici paesi. In totale, 158.180 persone sono state intervistate e 14.306 persone hanno affermato di soffrire di ipoacusia.

I sondaggi EuroTrak progettati e realizzati dalla società svizzera di analisi Anovum, per conto della società Europea dei produttori di dispositivi per l’udito (EHIMA).

Alcuni paesi specifici

L’Italia ha la percentuale più alta di persone oltre I 65 anni (23,1% della popolazione) e la seconda più alta per quanto riguarda l’ipoacusia riportata da chi ne soffre (12,2%).

L’Irlanda è all’ultimo posto con il 7,6% di ipoacusia auto-dichiarata e una percentuale di persone sopra i 65 pari al 14,5%.

La Polonia ha una prevalenza molto più alta di persone che riportano di avere un’ipoacusia rispetto a quanto ci si aspetterebbe sulla base della percentuale di persone con più di 65 anni.

La Svizzera ha una prevalenza di ipoacusia inferiore al previsto, dato che il 18,5% della popolazione ha 65 anni o più. Basandosi sulla media europea, ci si aspetterebbe che il 9,9% della popolazione accusi una ipoacusia, mentre è solo il 7,7% ad aver riportato di soffrire di ipoacusia in Svizzera.

Uso degli apparecchi acustici

Negli ultimi 11 sondaggi EuroTrak, il 53% di coloro che accusavano di soffrire di ipoacusia, venivano poi diagnosticati da uno specialista dell’udito come candidati per un apparecchio acustico e venivano quindi mandati da un audiologo. In totale, il 39% delle persone che hanno un’ipoacusia che hanno scoperto da soli, finisce con il portare apparecchi acustici.  

Di quelli che accusano di soffrire di ipoacusia, il 75% si rivolge ad un medico (generalmente il loro medico di base o un otorino). I medici li mandano poi da un audiologo. Infine, circa il 73% delle persone con una diagnosi, inizia a portare un apparecchio acustico.

La tabella riportata qui sotto mostra il numero di persone in 30 paesi europei che hanno riportato una perdita di udito o una perdita di udito diagnosticata dopo essersi rivolti ad un medico. I risultati sono basati sui risultati di una ricerca svolta nel paese oppure sono stime basate sui risultati riportati in altri paesi.

Scarica il report (in inglese).

Un cittadino europeo su nove soffre di ipoacusia

Fonti: “Getting the numbers right on Hearing Loss, Hearing Care and Hearing Aid Use in Europe”, Report della AEA, EFHOH, EHIMA, giugno 2020

Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti di hear-it